la felicità è contagiosa!

felicita

Una ricerca americana – durata 20 anni, con 5.000 persone osservate – dimostra come la gioia passi di persona in persona

La felicità non riesce a stare sola. Traspare dagli occhi, trasuda nelle mani, vibra nel corpo e alla fine come un virus scappa e si trasmette a chi si trova accanto. E c’è un gruppo di scienziati che ha provato a disegnare una mappa del “contagio”, chiedendo a 5mila individui, per ben vent’anni di seguito, quanto si sentissero felici, facendo il riscontro con mogli, fratelli, amici e vicini di casa. A furia di unire puntini colorati (le persone, ognuna con il suo punteggio del buon umore) si è formato sul tavolo dei ricercatori americani un disegno che sembra quello di una mano innervata da vasi sanguigni. Ogni pulsazione della felicità parte da un punto e si trasmette come un fluido lungo tutto l’organismo. Non tutto è rose e fiori, ovviamente. Anche il contagio segue le sue regole, e gli autori della ricerca “La diffusione della felicità in un’ampia rete sociale di individui”, pubblicata il 5 Dicembre 2008 sul British Medical Journal, ne hanno individuate alcune. La legge del contagio, per iniziare, non sembra funzionare fra colleghi. Il luogo di lavoro è come un cuscinetto che blocca il flusso di felicità da un individuo all’altro” spiegano James Fowler dell’università della California a San Diego e Nicolas Christakis dell’Harvard Medical School. I due (sociologo il primo, un medico specializzato nel rapporto fra umore e salute il secondo) sono gli autori di uno studio che ha scavato fra montagne di dati, interviste e fatti personali relativi a 5.124 persone negli Stati Uniti. Nonostante il successo dei gruppi su Internet – è la seconda regola del contagio – le emozioni positive non sono capaci di viaggiare né in rete né via telefono. Come un virus vero e proprio, la felicità per trasmettersi ha bisogno del contatto fisico. E questo ci riporta un po’ più indietro nella nostra scala evolutiva, ai tempi in cui la tecnologia delle comunicazioni non aveva ancora messo le ali. “Molte delle nostre emozioni si trasmettono attraverso i segnali del corpo, e il viso ha un ruolo principe in questo”, spiega Pio Ricci Bitti, che insegna psicologia all’università di Bologna e ha studiato la comunicazione dei sentimenti tra gli uomini. “

Il contagio dipende probabilmente dal meccanismo dell’empatia e dei neuroni specchio. Quando osserviamo una persona manifestare un sentimento, nel nostro cervello si attivano le stesse aree che sono “accese” in quel momento nel cervello dell’interlocutore”. Nell’ultimo decennio lo studio dei neuroni specchio – iniziato in Italia, a Parma, dal neuroscienziato Giacomo Rizzolatti – ha aiutato molto a spiegare come avviene la condivisione delle emozioni e come individui diversi possano entrare “in sintonia”. I detrattori di questa teoria sostengono che il meccanismo dell’empatia (negli uomini come negli animali) scatti solo quando osserviamo un altro individuo muoversi. Ma se consideriamo i gesti che una persona compie con il viso e il resto del corpo quando è felice, non è difficile completare il salto dai movimenti del corpo alle emozioni della mente. “E non solo la gioia può trasmettersi in questo modo. Pensiamo alla commozione e al pianto, quanto rapidamente invadono un gruppo di persone riunite insieme”, aggiunge Ricci Bitti. Commozione e felicità viaggiano veloci tra gli uomini. Non così avviene invece per la tristezza, che nella mappa dei ricercatori americani rimane confinata in piccoli bacini privi di emissari. A tutte le loro conclusioni, Fowler e Christakis hanno dato anche un riscontro numerico. Una persona che abbia un amico, parente o partner felice ha una probabilità di essere anch’egli soddisfatto più alta del 9 per cento rispetto alla media. Stare invece accanto a un individuo depresso fa aumentare l’umore grigio solo del 7 per cento. Ma Paolo Legrenzi, psicologo che insegna all’università Iuav di Venezia e per Il Mulino ha scritto “La felicità“, trova un carattere molto americano in questo dato, che non necessariamente ha corrispondenza sul nostro versante dell’oceano. “Oggi negli Stati Uniti la felicità ha un valore sociale positivo, mentre la tristezza non è vista di buon occhio. E questo porta gli individui depressi (ma magari sono solo malinconici) a isolarsi”. Ecco che nello studio del British Medical Journal la tristezza diventa una macchia senza ramificazioni. “Ma se pensiamo alla Germania romantica dell’800, erano piuttosto gli allegroni a doversi nascondere per non fare la figura di individui superficiali e vuoti. In quel caso avremmo avuto dei risultati completamente capovolti. L’imperatore Adriano di Marguerite Yourcenar, nonostante il suo incedere malinconico, è felice per aver raggiunto maturità ed equilibrio. E noi in Italia siamo in una posizione di mezzo. Nelle nostre soap opera per esempio non incontriamo mai protagonisti davvero felici. Ci sono problemi, complicazioni. In questo siamo un po’ più sofisticati degli statunitensi. Da noi i risultati di una ricerca sulla contagiosità della gioia darebbe risultati frastagliati”. In uno studio che è considerato il fratello minore di quello attuale e che fu pubblicato nel 1984, Fowler e Christakis misurarono che vincere 5mila dollari alla lotteria poteva aumentare le probabilità di essere molto felici del 2 per cento.

Oggi dunque – sarà anche l’effetto della crisi – trovare un amico vale molto di più che trovare un tesoro. Una persona con cui si è in sintonia, se abita nel raggio di un chilometro e mezzo da casa propria, può innalzare le chance di gioia del 25 per cento. Un po’ meno efficace, ma sempre più prezioso della lotteria, è il contributo del partner con cui si convive (più 8 per cento), mentre fratelli e sorelle (purché, come sempre, abbastanza vicini da poterci scambiare un’occhiata o un abbraccio) contribuiscono con il 14 per cento. L’uso di una contabilità così minuziosa per misurare una sensazione impalpabile come la gioia può lasciare perplessi. Ma l’introduzione di indicatori numerici, oggettivi nei limiti del possibile, nella misurazione della felicità avvenne negli anni ‘70. Fowler e Christakis hanno pescato i loro dati da uno studio che era nato nel 1948 per misurare la salute cardiovascolare di un gruppo di persone (il Framingham Heart Study), e si è esteso nel corso dei decenni anche al rapporto fra cuore e buon umore. Nei questionari distribuiti ai 5mila volontari, comparivano domande come “Sei ottimista nei confronti del futuro” o “Sei felice” e “Ti senti più soddisfatto rispetto agli altri”. “Tra individui dello stesso sesso – spiega Mario Bertini, professore di psicologia della salute alla Sapienza di Roma – la diffusione dell’emozione avviene molto più rapidamente che non fra individui di sesso opposto. E nello studio si vede anche un livello di reciprocità alto: chi dà gioia, spesso la restituisce“. Il contagio della felicità, hanno notato i ricercatori americani, non è limitato al contatto diretto ma riesce a penetrare fino a tre gradi di separazione. L’amico dell’amico dell’amico di una persona sorridente, pur non sapendolo, è infatti più felice anche grazie a lei. “Qualcuno che non conosciamo e non abbiamo nemmeno mai incontrato ? conferma Fowler ? può influenzare il nostro buon umore più di cento banconote nelle nostre tasche. È incredibile quanto potere abbiano le persone che ci vivono accanto“.

(5 dicembre 2008) da Scienze e Ambiente

Annunci

Leave a comment »

giornata mondiale della Terra-Earth Day

Earth Day

meditation-and-heart

Sono passati quasi quarant’anni. Eppure l’Earth Day, nato negli Stati Uniti il 22 aprile del 1970, quando, rispondendo ad un appello lanciato dal senatore democratico Gaylord Nelson, 20 milioni di cittadini americani si mobilitano per una spettacolare dimostrazione a favore della difesa del Pianeta, è sempre più attuale. Da allora, l’Earth Day è diventato un evento internazionale, celebrato in 174 paesi del mondo, per promuovere la conservazione dell’ambiente in cui viviamo e la sostenibilità delle politiche di sviluppo. Obiettivo generale dell’Earth Day è sensibilizzare l’opinione pubblica e sollecitare un cambiamento nei comportamenti individuali. Ogni persona può diventare protagonista assumendo un atteggiamento consapevole e riconoscendo l’importanza del proprio ruolo per la tutela del pianeta. Con l’edizione 2009 nasce la «Green generation campain», iniziativa di promozione culturale green dedicata ai più giovani che sarà il focus del quarantesimo anniversario della giornata della Terra, l’anno prossimo.

I principi di questa edizione dell’Earth day sono, in particolare, la promozione di un futuro a zero emissioni grazie ad un massiccio passaggio alle energie rinnovabili come alternativa ai combustibili fossili. Secondo: l’adozione di una seria cultura di risparmio energetico. Terzo: porre le base per una nuova economia basata sull’energia pulita, in grado di portare a nuovi milioni di posti di lavoro.

Diversi eventi distribuiranno l’iniziativa nelle varie aree geografiche del pianeta. Stando all’Italia, per il terzo anno consecutivo Nat Geo Music, il canale musicale di National Geographic, promuoverà l’evento e altre attività che celebreranno la giornata mondiale della terra nella capitale. Sempre a Roma l’artista statunitense Ben Harper con la sua nuova band, i Relentless7, ad aprire il concerto gratuito che partirà alle 20.00 a Piazza del Popolo. Si esibiranno anche Nnenka e Bibi Tanga & The Selenites, mentre a rappresentare l’Italia saranno i Subsonica.

In Italia il 22 aprile ci sarà l’anteprima nelle sale di “Earth – La nostra terra”, prodotto della DisneyNature. «Earth» è un inno alla natura con immagine di paesaggi incontaminati e animali ripresi nel loro ambiente naturale. Il settimanale Topolino sarà in edicola con un numero a Impatto Zero. Grazie all’adesione al progetto di LifeGate, il magazine Disney compenserà le emissioni di gas ad effetto serra generate dalla produzione di ogni copia, con la creazione e tutela di nuove foreste in Italia e nel mondo. Anche «Il Sole 24 Ore» partecipa all’iniziativa: dal 21 aprile le emissioni di CO2 legate al ciclo di vita Sole24ore.com saranno compensate con la creazione e la tutela di nuove foreste nel Parco del Ticino, Madagascar e Costa Rica grazie alla collaborazione con Lifegate e Lexmark. A questo indirizzo il blog che raccoglie informazioni e organizza eventi per l’Earth Day 2009.

il sole240re.it 20 aprile 2009

Comments (1) »

segnalazione nuovi eventi

images

Cari Amici,

tante le iniziative, tanti i movimenti che provengono dal Cuore e che sono diretti al Cuore…ed allora sono qui a segnalare iniziative tutte degne di nota. E’ un invito alla partecipazione ed alla sinergia  perchè solo così possiamo crescere…

  • domani, giovedì 16 aprile alle ore 18.30 presentazione del seminario di Costellazioni Familiari e Legge dell’Attrazione a cura di Alberta Mantovani presso la Libreria Feltrinelli in via Melo a Bari
  • sabato e domenica 18 e 19 aprile Seminario Costellazioni Familiari e Legge dell’Attrazione tenuto da Alberta Mantovani presso la sede operativa dell’Associazione VelaKi via Vitantonio di Cagno, 30 a Bari info: 0805217164 oppure 0805012588
  • Il primo dei tre moduli del seminario di Karam Kriya,con Meherbani Kaur, si terrà il 18 e 19 aprile 2009 presso il Vivaio Ferrulli ad Altamura (nei pressi di via Matera). Trascendere la mente rendendo la tua mente “trasparente” l’antica scienza della Numerologia Tantrica, questo è il tema del seminario che riporta un sottotitolo “I numeri attraverso la vita e la vita attraverso i numeri” . Il Karam Kriya è un’antica disciplina strettamente correlata al Kundalini Yoga. Il costo del seminario Euro 70,00 al giorno, pranzo incluso. C’è anche la possibilità di partecipare anche ad una sola giornata o a mezza giornata. Chi desidera maggiori informazioni può consultare il sito: http://www.karamkriya.eu http://www.karamkriya.co.uk  Per info e prenotazioni potete contattare: Sat Dya Singh 320/9208670 studio@nicolacentoducati.com Siri Bahadur Singh 347/2747631 siribahadursingh_71@yahoo.it
  • giovedì 30 aprile alle ore 20.30 presso la sede legale dell’Associazione VelaKi in via San Francesco d’Assisi, 43 a Bari – Presentazione aperta a tutti e gratuita del seminario di I livello Reiki metodo Usui System of Natural Healing a cura di Anna Taddonio
  • sabato e domenica 2 e 3 maggio 2009 seminario di I livello Reiki metodo Usui System of Natural Healing tenuto da  Anna Taddonio
  • domenica 10 maggio ore 19.30 presso la sala Congressi dell’Unione Italiana Ciechi trav Timavo, 52 a Bari, grande celebrazione del Wesak – si prega di dare un cenno di partecipazione allo 0805217164 si consiglia: vestiti chiari e comodi, un fiore senza spine (possibilmente un iris), una bottiglietta d’acqua
  • venerdì 8, 15 e 22 maggio dalle ore 18.00 alle 21.00 Corso di Cucina Giapponese a cura di Yu Adachi – SONO APERTE LE ISCRIZIONIOgni lezione del corso termina con la cena e la consumazione del cibo preparato

grazie per la vostra partecipazione emotiva e fisica. Vi auguro di vivere in armonia e consapevolezza i vostri giorni!

Anna images

Leave a comment »

il risveglio

alba1si sente nell’aria…anche se il freddo è ancora pungente… il desiderio di rinnovamento, la gioia di rinascere, di spogliarsi finalmente di energie stanche di un lungo inverno, e come fiori porgere i propri petali al sole che si fa più caldo perchè si avvicina nella sua danza armoniosa  alla Madre Terra. Che bello l’Universo, che bella questa danza  cosmica che si ripete senza mai stancarsi, senza mai perdere il ritmo.. . e nel risveglio anche l’anima tende a rinnovarsi, le coscienze sono in espansione e il caldo favorisce questo rifiorire, nuovi stimoli, nuovi orizzonti, nuove mete da scoprire in noi stessi nella consapevolezza che la scoperta non ha mai fine…

La notte lascia sempre il posto ad una nuova alba di Luce.

Leave a comment »

il corso di Massaggio dell’Anima

la prima parte del corso si è tenuta nel week end 28 febbraio e 1 marzo 2009. é stata un’esperienza profonda e come sempre foriera di nuovi imput, di nuove espansioni della coscienza. un altro cammino intrapreso con belle ed entusiaste persone che sicuramente utilizzeranno al meglio questo strumento di “comunicazione d’amore”… massaggio-dellanima-2009-marzo-010massaggio-dellanima-2009-marzo-011massaggio-dellanima-2009-marzo-012massaggio-dellanima-2009-marzo-042massaggio-dellanima-2009-marzo-034massaggio-dellanima-2009-marzo-066massaggio-dellanima-2009-marzo-064

Leave a comment »

sacri codici




sacri codici

Inserito originariamente da associazione velaki

il “despacho”

Leave a comment »

sacri codici




sacri codici

Inserito originariamente da associazione velaki

il “despacho”

Comments (3) »